Libano piange la scomparsa di Saïd Akl

tutto quello che gli USA possono rappresentare di satanismo e crimini internazionali, non può mai giustificare questo omicidio: islamico infame, fatto in nome della SHARIA e del GENOCIDIO Allah akbar morte all'infedele GENERE umano! ] [  BEIRUT, 9 NOV - Due militari americani sono stati uccisi con colpi di arma da fuoco oggi in Giordania da un cadetto giordano durante l'addestramento di quadri della polizia ad Amman. Lo riferiscono fonti della sicurezza locale citate dal quotidiano libanese The Daily Star di Beirut. L'omicida si è poi suicidato con un colpo di pistola.
IN EFFETTI, SOLTANTO GLI USA E LORO LEGA ARABA: FINGONO DI COMBATTERE ISIS ] [ Talebani afghani impiccano membri Isis
NON VOGLIAMO DISTRUGGERE I FONDAMENTI DELL'ORDINE NATURALE: E DELL'ORDINE UNIVERSALE: PER DIRE DEL BUCO DELLA MERDA NASCE L'ERA DI SATANA DELL'AMORE A LIVELLO UFFICIALE! LA NUOVA FRONTIERA DEL PERVERTIMENTO IDEOLOGICO TOTALE E DEL SOVVERTIMENTO SEMANTICO DELLA VIRTù, NELLA CERTEZZA DI NON VOLER DARE IL: “COLPO DI GRAZIA” ALLA NOSTRA MORENTE CIVILTà RELATIVISTA EDONISTA E MATERIALISTA: CHE PRESTO SARà TRAVOLTA DAI SALAFITI! ] DOPO? SEGUE L'ABISSO! [ ROMA, 9 NOVEMBRE: Le Unioni Civili? "Dobbiamo assolutamente approvarle ed uscire dal Senato entro gennaio 2016". Così Monica Cirinnà senatrice Pd che ha messo a punto il testo sulle Unioni Civili, oggi al programma di Radio2 Un Giorno da Pecora dove annuncia: "Se entro gennaio la legge non passa, farò uno sciopero della fame". Chi è che ha osteggiato di più la sua proposta di legge? "Quello che mi ha fatto tribolare più di tutti è Giovanardi. E poi i conservatori, che nel Pd sono meno del 10% però".
Arabia Saudita, MENTENDO SPUDORATAMENTE: ANSA, afferma: “Renzi pone tema diritti” [ Auspicio atto clemenza per Raif Badawi e Ali al Nimr ] in realtà, RENZI “Pastafrolla Bildenberg ONU AMNESTY il nazismo” ha soltanto perorato, un caso umanitario, in realtà sorvolando su tutti i crimini e delitti legalizzati di genocidio sharia: commessi contro tutti gli infedeli, schiavi dhimmi, in tutta la LEGA ARABA!E io non credo che la ARABIA SAUDITA potrebbe riuscire ad intimidirmi: dato che Prima di arrivare a Dio VIVENTE JHWH di Israele ONIPOTENTE, sono proprio i miei sudditi lucertola: cannibali sacerdoti di satana della CIA, che si sono offerti di difendere la mia universale sovranità violata! Tanto che io sto per trasformare tutta la ARABIA SAUDITA nel quarto girone dell'INFERNO!
Non è facile trovare, tra i 1000 spunti di riflessione:  tutti regime bildenberg massonici usurocratici GENDER SODOMA DARWIN per la Costituzione delle scimmie goyim, senza sovranità monetaria: presto decapitate come schiavi dhimmi, cioè, quale può essere un più opportuno e commento appropriato, dato che, io ho bisogno di un avvocato, ed una ragazza così carina, non trova ancora nessuno, che sia disposto a dargli dei figli! ...  ma, in realtà, io non posso più essere un buon padre: che alleva bambini piccoli! ] [ PARIGI, 9 NOV - "L'obiettivo del nostro governo è cambiare il Paese e lo stiamo facendo. Ma non è che dobbiamo stare al governo per sempre. Se non cambieremo l'Italia, io tornerò a fare l'avvocato. Questa è la grande differenza rispetto al passato". Lo ha detto il ministro per le Riforme costituzionali, Maria Elena Boschi, rispondendo questo pomeriggio agli studenti della Sorbona, al termine di una sua conferenza all'università parigina.
====================
non è facile per un politico europeo patriota: dire quello che pensa, veramente, sulla idelogia Darwin GENDER Rothschild spa fmi Regime Bildenberg Toika Merkel! ] Cameron insiste, bene anche fuori da Ue. Premier a industriali, 'siamo mortalmente seri sulle riforme' [ LONDRA, 9 NOV - Il governo conservatore britannico è "mortalmente serio" sulla richiesta di riforme all'Ue. Suona così il nuovo avvertimento recapitato da David Cameron. "Non c'è dubbio che la Gran Bretagna possa aver successo fuori dall'Ue, la questione è se possiamo avere più successo dentro che fuori", ha detto il primo ministro alla Confindustria britannica e alla vigilia dell'annunciato invio a Bruxelles della lettera in cui dovrà dettagliare le richieste di Londra in vista del referendum Brexit.
==========================
Strauss-Kahn lobbista per 'big tobacco'. Ex direttore Fmi starebbe aiutando Philip Morris gol governo. i banchieri conoscono bene, come può essere ricco il satanismo del sistema massonico, come avere successo, come fare soldi e come raggiungere il potere perché questo è il loro mondo di satana! ] [  PARIGI, 9 NOV - "Dominique Strauss-Kahn consulente per le lobby del tabacco": secondo il Journal du Dimanche (Jdd), l'ex direttore del Fondo Monetario Internazionale starebbe aiutando Philip Morris a convincere il governo francese a non adottare il pacchetto di sigarette 'senza logo'. In particolare, secondo il settimanale, Dsk si sarebbe messo a disposizione della multinazionale del tabacco proprio mentre il progetto del ministro della Salute Marisol Touraine passa oggi all'esame dell'Assemblée Nationale.
========================
Fin da piccolo Giovanni Bosco fa sogni che si avverano. A nove anni Gesù e Maria gli manifestano cosa farà da grande: vede un cortile pieno di ragazzi che giocano allegri, alcuni però bestemmiano e lui si lancia contro di loro per farli tacere, quando compare un Uomo che lo chiama e gli dice di mettersi alla testa di quei giovani: «Non con le percosse, ma con la mansuetudine e la carità dovrai guadagnare questi tuoi amici. […]».
In “Una storia della Chiesa. Papi e santi, imperatori e re, gnosi e persecuzione” (edizione Cantagalli) a cura di Angela Pellicciari, si raccontano le incredibili visioni del fondatore dei salesiani, che investivano il mondo della politica e la Chiesa stessa.
LA LEGGE ANTI-CONVENTI
Il tempo passa e nel novembre del 1854 il parlamento subalpino discute la legge che sopprime i conventi di clausura e mendicanti. Questo il contesto in cui Bosco sogna un valletto in uniforme rossa che grida: «annunzia: gran funerale in Corte!». Cinque giorni dopo il sogno ritorna ma questa volta il valletto grida: «annunzia: non gran funerale in Corte, ma grandi funerali in Corte!».
L’APPELLO DI DON GIOVANNI
Don Bosco scrive al re Vittorio Emanuele per tenerlo aggiornato sulle visioni notturne e per scongiurarlo «di impedire a qualunque costo quella legge», ma Cavour, dopo aver consultato i teologi ministeriali, così rassicura il sovrano: «Maestà, non si spaventi di ciò che ha scritto Don Bosco. Il tempo delle rivelazioni è passato».
RAFFICA DI LUTTI
Agli inizi del 1855 i lavori del parlamento sono interrotti per una serie di gravi lutti che colpiscono la Corona: il 12 gennaio muore a 54 anni la regina madre Maria Teresa, il 20 gennaio a 33 anni la regina Maria Adelaide, il 10 febbraio a 33 anni muore Ferdinando duca di Genova, fratello del Re, il 17 maggio a 4 mesi muore Vittorio Emanuele duca del Genovese, ultimogenito del Re.
“PIOMBERANNO MALI SULLA TUA CASA”
Quando il progetto ministeriale arriva all’approvazione finale, nell’aprile del 1855, Bosco scrive al Re: «Dicit Dominus: Erunt mala super mala in domo tua» (Dice il Signore: mali su mali piomberanno sulla tua casa), «Se V. S. segna quel decreto segnerà la fine dei reali di Savoia». Vittorio Emanuele II firma la legge soppressiva delle comunità religiose il 28 maggio 1855. Alla sua morte, il 9 maggio 1878, gli succede Umberto I. All’uccisione di Umberto I, il 29 gennaio 1900, gli succede Vittorio Emanuele III. Dopo l’abdicazione di Vittorio Emanuele III il 9 maggio 1946, regna, per meno di un mese, Umberto II, “re di maggio”.
LO SCONTRO TRA LE NAVI
Fra i tanti sogni, Bosco ne fa uno che non è chiarissimo in tutti i suoi aspetti, ma che il 30 maggio 1862 racconta ai suoi ragazzi. Si tratta della battaglia in mare aperto tra una schiera di navi nemiche ed una immensa capitanata dal Papa.  In mezzo all’immensa distesa del mare si elevano dalle onde due robuste colonne, altissime, poco distanti l’una dall’altra. Sopra di una c’è la statua della Vergine Immacolata, ai cui piedi pende un largo cartello con questa iscrizione: “Auxilium Christianorum”; sull’altra, che è molto più alta e grossa, sta un’ostia di grandezza proporzionata alla colonna, e sotto un altro cartello con le parole: “Salus Credentium”.
L’AGGRESSIONE ALLA “GRANDE NAVE”
Nella battaglia il pontefice viene ucciso ma successivamente subentra un altro Papa al suo posto, al timone della nave, che intanto si dirige verso le due colonne. «Il nuovo Papa, superando ogni ostacolo, guida la nave in mezzo alle due colonne, quindi con una catenella che pende dalla prora la lega a un’ancora della colonna su cui sta l’Ostia, e con un’altra catenella che pende a poppa la lega dalla parte opposta a un’altra ancora che pende dalla colonna su cui è collocata la Vergine Immacolata».
LA VITTORIA DEL PAPA
In quel momento cambia la storia della battaglia: «tutte le navi nemiche fuggono, si disperdono, si urtano, si fracassano a vicenda. Le une si affondano e cercano di affondare le altre, mentre le navi che hanno combattuto valorosamente con il Papa, vengono anch’esse a legarsi alle due colonne. Nel mare ora regna una grande calma».
DEVOZIONE A MARIA E COMUNIONE
Bosco commenta: «Le navi dei nemici sono le persecuzioni. Si preparano gravissimi travagli per la Chiesa. Quello che finora fu, è quasi nulla rispetto a quello che deve accadere. Due soli mezzi restano per salvarsi fra tanto scompiglio: Devozione a Maria SS., frequente Comunione».
https://aleteiaitalian.files.wordpress.com/2015/05/zfc0kqc6b-9dy4eawfty3jvijk5hpxvutkhlxbbvi9toecz43sgsbmrue9-qbt2bklzdtfvoj8g_icbqtkq080z526w.jpg?w=500
===========================
Le radici di un’accusa antica Chiesa e omosessualità nella storia. ] [ La Chiesa ribadisce che ogni persona, indipendentemente dalla propria tendenza sessuale, va rispettata nella sua dignità e accolta con rispetto, con la cura di evitare «ogni marchio di ingiusta discriminazione» si legge nel documento finale del sinodo. E si aggiunge che la Chiesa è contraria al matrimonio fra omosessuali, e soprattutto alle pressioni che vengono fatte da istituzioni internazionali per obbligare i cattolici ad accettare innovazioni contrarie al concetto di matrimonio che ha trasmesso la tradizione cristiana.
Oscar Wilde in una foto del 1882
A molti questa affermazione non basta, anche perché la Chiesa non solo continua a essere criticata per il rifiuto del matrimonio fra omosessuali, ormai diventato una sorta di obbligo per chi vuole salvarsi dall’accusa di omofobia, ma viene considerata all’origine di ogni forma di repressione sessuale esercitata nel passato.
Senza dubbio il cristianesimo — dando una inedita importanza a ciò che si fa con il corpo a motivo dell’Incarnazione — ha esercitato una pressione di disciplinamento della vita sessuale rispetto alle società antiche, dove però questa libertà significava in sostanza asservimento fisico di giovani schiavi di ambo i sessi. Nella tradizione ebraica e in quella cristiana la condanna dell’omosessualità si fa risalire all’episodio biblico di Sodoma e Gomorra, ma al centro dell’elaborazione giuridica e teologica non esisteva la figura dell’omosessuale, ma solo dell’uomo travolto dalla lussuria che cadeva nel peccato.
Quando fra il XII e il XIII secolo la sodomia cominciò a essere considerata come peccato contro natura, questo non ci si riferiva all’atto sessuale in sé, ma a una questione più complessa che si fondava sul concetto morale di natura umana. Si pensava infatti che la natura umana, creata da Dio, fosse orientata verso una fruttuosità dei comportamenti: contronatura allora sono tutti coloro che ostacolavano con le loro scelte quell’equilibrio naturale che rendeva possibile la vita nella comunità, cioè gli usurai, gli avari e i sodomiti. In sostanza, chi anteponeva il proprio interesse ovvero piacere privato a quello pubblico.
I sodomiti vennero quindi assimilati agli usurai e agli avari, e per questo considerati peccatori contro la creazione del bene comune. Ma sicuramente considerati esseri umani come gli altri, che potevano essere riaccolti dalla Chiesa se pentiti. Solo in Spagna l’Inquisizione assimilò l’omosessualità alla cultura islamica, e la punì come eresia. Sarà poi nel secolo dei Lumi che la medicina e la cultura cominceranno a scoprire un carattere e una fisiologia dell’omosessualità, mentre la Chiesa continuava a considerarli peccatori e non delinquenti o malati.
Non è un caso quindi che, a partire dal XVIII secolo, nei Paesi cattolici l’omosessualità non sia stata mai punita con la pena del carcere, come sperimentò Oscar Wilde, finito in carcere per omosessualità a Londra, dove scrisse uno dei più bei panegirici del cristianesimo, il De profundis.
Nell’Ottocento la Chiesa si oppose risolutamente alla visione dell’omosessualità come malattia ereditaria propugnata dagli eugenisti, che portò non poche volte alla reclusione in ospedali e/o a cure anche dolorose degli omosessuali, per arrivare addirittura al progetto di eliminazione fisica avviato dal nazismo.
Come non accettò allora di aderire a progetti di emarginazione e reclusione degli omosessuali avviati dai governi di alcuni Paesi — considerandoli esseri umani come gli altri, da trattare con dignità e rispetto, se pure caduti nel peccato — così la Chiesa non aderisce oggi alle pressioni che riceve da alcune istituzioni internazionali per allargare il matrimonio alle coppie dello stesso sesso. Una posizione che in entrambe le occasioni non è stata compresa: prima, perché si consideravano gli ecclesiastici privi di formazione scientifica, oggi perché li si considera rigidi di fronte alle novità, se non addirittura nemici degli omosessuali.
La storia serve a capire molte cose, anche a comprendere che in società nelle quali la mortalità di donne e bambini era altissima e rendeva molto difficile mantenere la continuità demografica di un gruppo umano, ogni defezione dal dovere di procreare poteva essere considerata una trasgressione alle leggi che regolavano il bene comune, piuttosto che condannata per fanatico moralismo.
Unesco boccia richiesta adesione Kosovo. UNESCO non può valorizzare tutti i cimiteri monasterri e chiese che la internazionale islamica sharia, ha raso al suolo dopo avere fatto il genocidio di tutti i cristiani del Cossovo con la complicità dello ONU AMNESTY NATO CIA JabullOn Bildenberg.
========================
il sistema criminale sharia islamico: nazista LEGA ARABA: di assassini seriali non può scaricare le sue responsabilità su un assassassino di turno, che loro chamano i martiri! ] [ Ideò bomba Consolato Italia Cairo, ucciso. Ministero Interno, era uno dei leader della cellula in Sinai.  IL CAIRO, 9 NOV - Ashraf Ali Hassanein el Gharabli, pericoloso jihadista, uno dei leader della cellula Isis in Sinai, accusato di avere progettato l'attentato al Consolato italiano al Cairo l'11 luglio, è stato ucciso a nord-est del Cairo dalle forze dell'ordine mentre cercavano di arrestarlo. Lo riferisce il ministero dell'Interno.
===============
le tasse sono criminali: perché sono dovute da un popolo schiavo che deve pagare a Rothschild S.p.A. il suo denaro ad interesse, ma, un popolo sovrano non paga le tasse! Catasto: non solo calcoli sui vani, arrivano i metri quadrati. I metri quadri nel catasto per 57 mln immobili. Indicati nella visura catastale, per 57 milioni di immobili. Un aiuto concreto per la tassa sui rifiuti
====================
Il premier nel cantiere della metro di Riad, dove un consorzio di imprese italiane partecipa alla costruzione della più lunga delle sei linee della capitale saudita: 'Il nostro obiettivo è rimettere il nostro paese al suo posto nel mondo'
DEATH TO ISLAM. questo è soltanto un depistaggio perché: ISIS sharia, sono i servizi segreti di Arabia Saudita e Turchia! Aereo Sinai: stop voli Turkish per Sharm. Fino al 16 novembre. Rientrati a casa i turisti turchi bloccati
come fa PORCO-SCEMO a ridere? È lui che fa morire così tante persone innocenti, perché aggredisce il POPOLO SOVRANO PLEBISCITARIO E COSTITUZIONALMENTE ORGANIZZATO DEL Dombass! TUTTI QUELLI CHE MANGIANO LA SUA CIOCCOLATA? MORIRANNO DI CANCRO! ] [ MOSCA,9 NOV- Incontro a Kiev tra il presidente ucraino, Petro Poroshenko, e l'alto rappresentante per la politica estera e sicurezza Ue, Federica Mogherini. Lo scrive Interfax. Mogherini ha riferito di aver avuto con PorosCEMo "uno scambio di opinioni sull'attuazione degli accordi di Minsk" e che "e' stato constatato il raggiungimento di certi risultati, in particolare nel sostenere il regime del cessate il fuoco e del ritiro degli armamenti". Il leader ucraino, ha apprezzato la "posizione ferma" della Mogherini
==================
islamic preacher tells arabs to stab jews. brings a sharp blade. Knife .DEATH TO ISLAM . Pubblicato il 14 ott 2015 islamic cleric from palestinian territories (rafah) preaches a sermon. brings a sharp blade. knife. waves the knife. tells the arabs to slit the throats of the jews. tells the palestinian muslims to gang up on the jews in groups and kill the jews. muslim cleric incites and admits to being a terrorist. very interesting hate video. a must watch to get into the mind of palestinian muslim savages that want to decapitate jews. quotes the koran and muhammad. https://youtu.be/W0M1xajduCA
=================
TOTALMENTE IMMORALE E SATANICA QUESTA PUBBLICITà DI SPA ROTHSCHILD SPA FED BCE FMI: IL SISTEMA USUROCRATICO: CHE SFRUTTA I POPOLI A MORTE, DOCHE CHE HA RUBATO LA LORO SOVRANITà MONETARIA, PER BEFFARE GLI SCHIAVI GOYIM DEL TALMUD, CHE LUI HA CREATO CON IL SISTEMA MASSONICO: SESSO SOLDI E SUCCESSO: TUTTO CON I GUADAGNI DI BORSA: SENZA SUDARE SOLDI CHE PIOVONO DAL CIELO DI SATANA E DEI FARISEI BILDENBERG ] trategie x Investire. Opzioni Binarie: piccole somme ma grandi guadagni. Opzioni Binarie. Massimizzi i profitti e fai trading veramente
===================
è LUI IL NOSTRO CANDIDATO, PERCHé HILLARY CLINTON GENDER BILDENBERG SPA FED 666 IL GUFO: BAAL, SCIMMIA DARWIN, è LA FECCIA CHE VUOLE LA LEGGE DELLA SHARIA CON I GAY IDEOLOGIA SODOMA: TUTTA FOLLIA! ] NEW YORK, 10 NOV - Donald Trump non risparmia nemmeno il simbolo del caffè americano: alla vigilia del quarto dibattito tra i candidati repubblicani alle primarie per Usa 2016 il miliardario newyorkese ha suggerito di boicottare Starbucks per aver eliminato le tazze con le decorazioni natalizie. Il re del mattone dice di essere pronto a chiudere anche il suo negozio all'interno della Trump Tower a Manhattan: "E' la fine di quel contratto, ma chi se ne importa", ha ironizzato durante un comizio in Illinois.
==================
CON L'INIZIO DEL MIO REGNO: UNIUS REI: LA FRATELLANZA UNIVERSALE, SCATTERà L'IMMUNITà CONTRO TUTTI I CRIMINI COMMESSI IN PRECEDENZA! ] Si riapre indagine sulla 'Bloody Sunday', arrestato un ex parà britannico. E' il primo, dopo 43 anni di impunita'. In quella domenic adel 1972 militari inglesi spararono a freddo su un corteo pacifico uccidendo 14 persone
======================
NESSUNO COSTRINGE QUALCUNO A BERE VINO! e questo è un onesto contesto di laicità francese] [ ma, l'ospite, in questo caso, va onorato sempre, e non lo è stato! ] quindi IRAN non deve pretendere che le nostre donne debbano mettere: il velo in testa! ] i maomettani sono dei bulli e la devono smettere! [ "Niente vino, siamo iraniani": secondo RTL, la prima radio di Francia, il pranzo di lavoro previsto tra il presidente Francois Hollande e l'omologo iraniano Hassan Rohani in occasione della storica visita a Parigi del 17 novembre - dopo la prima tappa italiana il 14 e 15 - è stato annullato. Motivo? L'Iran avrebbe chiesto un "menu halal" e "niente alcol", ma l'Eliseo ha risposto picche in nome della laicità.
=================
anche se è dalla EUROPA che nascerà l'Anticristo finale, QUELLO STRONZO della fine dei tempi, perché, io nella mia ira, io finirò per uccidere tutti in USA, tuttavia, la Europa è una enorme potenzialità: che deve diventare ebraico cristiana.. ECCO PERCHé INCOMINCERò AD UCCIDERE, AD uno ad uno, TUTTI I: SODOMA GENDER DARWIN, SCIMMIE CULTO: MASSONI ED USURAI FARISEI DEL MONDO INTERO! ] [ Cameron all'Ue, è 'possibile l'intesa sulle riforme' Ma il portavoce della Commissione replica che nelle proposte britanniche ci sono aspetti "fattibili", altri "difficili" e altri "altamente problematici"
===============
In Turchia 400mila piccoli profughi siriani non possono andare a scuola [ ERDOGAN BOIA: HA DISTRUTTO LA SIRIA! ] [ Rapporto Hrw denuncia barriere all'istruzione
=================
SOLTANTO GLI USA POSSONO TRASFORMARE LA RUSSIA IN UNA MINACCIA PER NOI. TUTTE LE BASI USA DEVONO ESSERE SMANTELLATE IMMEDIATAMENTE! Gli Usa valutano l'invio di nuove truppe in Europa. Nord America. Mossa del Pentagono per potenziare la forza militare in Europa e contrastare la presenza russa.
===================
TUTTA LA LEGA ARABA è CONTROLLATA DEI SALAFITI, E LE DONNE SONO FEMMINE CHE COME TROIE DEVONO FARE FIGLI E BASTA! NON C'è NESSUNA POSSIBILITà PER SALVARE LA LEGA ARABA DAL MASSACRO! Giordania, misteriosa morte di due sorelle. Medio Oriente. Thuraya Salti era nota per i suoi progetti di sviluppo sociale



Le Chiese di Siria e Libano chiedono all'UE di non armare i ribelli
«Introdurre nuove armi servirebbe solo a far aumentare il numero di orfani e vedove». Sono parole del patriarca melchita di Damasco Gregorio III Laham, pronunciate lo scorso 26 giugno di fronte al presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy. Egitto
25/06/2013
Più di 90 milioni di euro raccolti per la Chiesa che soffre – Rapporto Annuale 2012 di ACS
In oltre 65 anni di storia, mai la fondazione pontificia aveva raggiunto un simile traguardo: nel 2012 i benefattori di Aiuto alla Chiesa che Soffre hanno donato 90.789.588 euro  
mons. Charles Bo
20/06/2013
Arcivescovo di Yangon: è necessario l'aiuto della comunità internazionale
«La trasformazione democratica del 2011 non è stata così improvvisa com'è stato fatto credere. In realtà il governo birmano stava preparando le riforme già da un po' di tempo per evitare sanzioni da parte di Washington e dei suoi alleati»  
padre Magnis Suseno

12/06/2013
Indonesia: premiato il presidente che non ha il coraggio di difendere le minoranze
«Un tale riconoscimento è vergognoso e confuta qualsiasi posizione possiate mai sostenere». gruppi di preghiera

11/06/2013
Nuovo appuntamento del gruppo di preghiera ACS di Firenze
Giovedì 20 Giugno dalle 21.00 alle 22.30 il nostro gruppo di preghiera di Firenze si riunirà nella Cappella delle Suore di Maria Riparatrice, in via Gino Capponi 56 a Firenze per un'Adorazione eucaristica in sostegno della Chiesa perseguitata  
07/06/2013
Corea del Nord: dove per recitare il rosario si devono contare i fagioli
«Riteniamo che almeno diecimila nordcoreani continuino a coltivare la fede cattolica nel profondo del loro cuore. Ma è difficile credere che possa esistere una chiesa sotterranea in Corea del Nord»
05/06/2013
I carmelitani scalzi festeggiano il ventesimo anniversario del loro ritorno a Praga
Espulsi da Giuseppe II d'Asburgo nel 1784, i carmelitani hanno dovuto attendere la fine del regime comunista per tornare nella "città d'oro". E solo nel 1993 il governo ha restituito ai religiosi il Santuario di Santa Maria della Vittoria, al cui interno da quasi sei secoli è custodito il Gesù Bambino di Praga.
31/05/2013
Repubblica Centrafricana: i musulmani al potere e il silenzio dei media
Non meno di trecento morti tra i civili. Scuole ed ospedali ancora chiusi. Le casse dello Stato vuote e le forze dell'ordine fuggite. Furti e saccheggi sono all'ordine del giorno e tutte le attività economiche e finanziarie sono bloccate. A due mesi dal colpo di stato realizzato dalla coalizione ribelle Seleka, la Repubblica Centrafricana non trova pace.
 Notizie dal Mondo Bangladesh
24/05/2013
ACS a Desenzano per raccontare il dramma dei cristiani egiziani
Le parrocchie desenzanesi del Duomo e di San Giuseppe lavoratore hanno invitato ACS-Italia ad un appuntamento del ciclo di incontri "SEGNI DEL VERO Le ragioni per credere". Radio Don Bosco
24/05/2013
Radio Don Bosco: uno strumento prezioso ed un esempio di giornalismo pulito
Una radio fatta dai malgasci per i malgasci e una voce pulita in un mondo giornalistico corrotto. È Radio Don Bosco, l'emittente creata dai salesiani nel 1996 ad Antananarivo, capitale del Madagascar.
22/05/2013
In Mali una tregua solo apparente
«Gli islamisti aspettano soltanto il ritiro delle truppe francesi per invadere nuovamente il Nord del Paese». Così affermano fratel Wilfried Langer, missionario dei Padri Bianchi, e don Germain Arama, economo della diocesi di Mopti  
mons. D'Rozario
16/05/2013
Arcivescovo di Dhaka: gli islamisti vogliono rovesciare il governo
«Nessun bengalese con un minimo di educazione avanzerebbe rivendicazioni del genere. Solo un estremista formato in una madrasa». È la reazione dell'arcivescovo di Dhaka, monsignor Patrick D'Rozario alle proteste del 5 maggio scorso nella capitale del Bangladesh  
Nigeria
13/05/2013
Il governo non combatte i Boko Haram per paura di perdere le elezioni
«Il governo teme che combattere i Boko Haram possa costare voti alle prossime elezioni generali». È la dichiarazione di monsignor Stephen Dami Mamza, vescovo di Yola, capitale dello stato di Adamawa in Nigeria, rilasciata oggi a una delegazione internazionale di Aiuto alla Chiesa che Soffre, in visita nel Paese africano.
09/05/2013
Venezuela: la libertà è appesa ad un filo
«In Venezuela la libertà è appesa a un filo»: è la denuncia di monsignor Oswaldo Azuaje, vescovo di Trujillo, recentemente in visita al quartier generale di Aiuto alla Chiesa che Soffre a Königstein in Germania.  
Madagascar
02/05/2013
La Chiesa cattolica in Madagascar tra povertà intollerabile e caos politico e morale
Una terra piena di contraddizioni. Un Paese ricco di risorse minerarie e bellezze naturalistiche, in cui l'80 percento della popolazione vive con meno di un dollaro al giorno  
conferenza 7 maggio 2013
02/05/2013
Appuntamento ACS il 7 maggio a Roma
"Libertà religiosa nel mondo e martiri della fede". È il tema dell'incontro organizzato da Aiuto alla Chiesa che Soffre e dal Gruppo giovani della Basilica del Sacro Cuore, il prossimo 7 maggio alle 20.30 nella Basilica del Sacro Cuore di Gesù in via Marsala 42, a Roma.
10/04/2013
Repubblica Centrafricana: «Abbiamo perso tutto, anche la speranza»
«Alle 7.55 della domenica delle Palme siamo stati sorpresi dal rumore assordante delle mitragliatrici. Non hanno più smesso di sparare per tre giorni».

03/04/2013
Arcivescovo di Damasco: Camil vittima di questa "roulette russa"
«Le bombe cadono in ogni momento e in ogni dove. È come una roulette russa che sceglie le sue vittime a caso e ogni giorno porta via con sé tante vite»    [ geopolitica salafita saudita ottomana: la espansione del Califfato shariah, stto egida Onu 322 Bush satana: il Califfato Nwo Fmi ]. Siria: cosa stiamo aspettando? «Non si può parlare dell'opposizione siriana come se fosse composta solo da estremisti. Non dobbiamo dimenticarci dei tanti giovani, innamorati della libertà, che chiedono più dignità, opportunità lavorative e un'onesta amministrazione del Paese». Così dichiara ad Aiuto alla Chiesa che Soffre un sacerdote siriano che per motivi di sicurezza preferisce rimanere anonimo.
Nei primi due mesi del 2011 i siriani osservavano con attenzione quanto accadeva in Egitto, Tunisia, Yemen. «Era inconcepibile per noi ribellarci, perché significava rischiare tutto, in primis la vita». Poi a Daraa, nel Sud al confine con la Giordania, dei minorenni sono stati arrestati per alcune scritte sui muri che esortavano il presidente a lasciare il Paese. E i genitori dei ragazzi, andati a reclamare i propri figli, sono stati a loro volta arrestati. «Questa vicenda ha spinto altri giovani a scendere in piazza. Non chiedevano un nuovo governo, ma solo riforme. La risposta del regime è stata ancora una volta repressione: la maniera in cui il regime ha sempre trattato chiunque provasse ad alzare la testa, di qualunque religione fosse». Dopo quella di Daraa nuove proteste hanno riempito le strade delle principali città siriane, «alimentate dal profondo senso d'ingiustizia che provavamo tutti». Nel luglio del 2000 l'avvento di Bashar al-Assad, in seguito alla morte del padre Hafiz, aveva fatto sperare in una maggior apertura e modernizzazione. Tuttavia «lo status quo camuffato da cambiamento» propinato dal figlio non ha convinto il popolo siriano, ormai esasperato dagli «arresti arbitrari» e dai «soprusi commessi dalle shabiha, le milizie lealiste non governative.
«È vero – continua la fonte anonima – dopo i primi sei mesi le proteste non erano più totalmente pacifiche, ma l'elemento estremista è stato senza dubbio ingigantito. Le infiltrazioni jihadiste in realtà si sono verificate solo più tardi». Il sacerdote ritiene comprensibile, ancorché non condivisibile, la posizione assunta da molti cristiani che – temendo l'avvento degli islamisti – si sono schierati dalla parte del regime. «Da cristiano non posso accettare che la libertà religiosa si fondi sui soprusi, seppure inflitti ad altri. Inoltre non dobbiamo dimenticarci dei cristiani, unitisi all'opposizione, tuttora detenuti nelle prigioni del regime».
La fonte riferisce ad ACS di giovani cristiani e musulmani arrestati in una Chiesa, mentre pregavano per il loro amico Basel Shehadeh. «Alcuni di loro mi hanno riferito di quei giorni tremendi, trascorsi in una stanza talmente affollata in cui facevano i turni per dormire. Mi hanno raccontato le torture fisiche e psicologiche subite e descritto le urla atroci degli altri detenuti». Shehadeh era un regista siriano che ha abbandonato una borsa di studio negli Stati Uniti per tornare nel suo Paese e filmare le rivolte. Dopo la sua morte, avvenuta durante un bombardamento nel quartiere di Bab Sba' a Homs, la polizia segreta ne ha impedito i funerali e arrestato molti dei suoi amici. «Basel non era affatto un fondamentalista islamico, era un cristiano. E non aveva armi, ma la telecamera».
Il sacerdote considera il possibile negoziato tra opposizione e regime una «finestra di speranza». «Non tutti vogliono fornire al presidente una via d'uscita, ma rifiutare il negoziato vuol dire far scorrere altro sangue. Perché Assad non si dimetterà».
E' necessaria la «giusta ed onesta presa di posizione della comunità internazionale», prima che si arrivi alla frammentazione della Siria. «Uno sviluppo infausto che causerebbe violenze contro le minoranze di ogni area del Paese». Gli alauiti ad esempio sono in maggioranza nei villaggi della costa, ma si troverebbero in grave pericolo nelle città dell'interno. La partizione sarebbe «disastrosa» soprattutto per i cristiani che sono presenti in tutte le grandi città, ma ovunque minoranza.
Il perpetuarsi della guerra alimenterebbe inoltre il sostegno dei Paesi del Golfo agli elementi fondamentalisti dell'opposizione. «In questo modo le parti in lotta non esauriranno mai le forze, causando la somalizzazione del conflitto». E a pagarne le conseguenze saranno, come sempre, le migliaia di vittime civili, di profughi, di sfollati interni. «Io sono un sacerdote, non so dire quale sia la soluzione migliore. Ma credo che tra l'intervenire in maniera diretta, come accaduto in Libia, e il rimanere a guardare ci siano molte altre possibilità. Siamo in piena guerra. Che cosa stiamo aspettando?».
"Aiuto alla Chiesa che Soffre" (ACS), Fondazione di diritto pontificio fondata nel 1947 da padre Werenfried van Straaten, si contraddistingue come l'unica organizzazione che realizza progetti per sostenere la pastorale della Chiesa laddove essa è perseguitata o priva di mezzi per adempiere la sua missione. Nel 2011 ha raccolto oltre 82 milioni di euro nei 17 Paesi dove è presente con Sedi Nazionali e ha realizzato oltre 4.600 progetti in 145 nazioni.
=========================
geopolitica salafita saudita ottomana: la espansione del Califfato shariah, sotto egida Onu 322 Bush satana: il Califfato Nwo Fmi ].  «Asia Bibi sta male aiutatemi a salvarla». di Alessandra Muglia. Chi difende Asia Bibi muore. E per Mushtaq Gill, 33 anni, tre figli e una ong nel Punjab, ogni giorno potrebbe essere l'ultimo. «Hanno più volte tentato di farmi fuori, sono nel mirino degli estremisti, vogliono impedirmi di dare supporto legale alle vittime accusate di blasfemia in Pakistan» dice al Corriere questo difensore dei diritti umani, in Italia in questi giorni per parlare della donna pachistana cattolica, madre di 5 figli, che nel 2010 si è ritrovata condannata all'impiccagione dopo aver offerto da bere a due colleghe di lavoro, musulmane, ed essersi rifiutata di convertirsi all'Islam.
«Abbiamo bisogno di voi, di supporto internazionale, dovete mettere pressione al nostro governo perché elimini quella legge: è diventata un'arma per perseguitare le minoranze, soprattutto i cristiani», si accalora Gill alla vigilia del suo intervento all'università Cattolica di Piacenza. Molti di quelli che prima di lui hanno condotto questa battaglia sono stati eliminati: l'ultimo a maggio, l'avvocato Rashid Rehman. Nel 2011 il ministro per le Minoranze Shahbaz Bhatti e Taseer, governatore del Punjab, la regione con la più alta percentuale di cristiani (il 4%) in un Paese dove oltre il 95% degli abitanti è musulmano, per lo più sunnita (solo il 13% è sciita). Da allora nessun politico pachistano ha più osato schierarsi dalla parte di Asia.
Dopo 5 anni di carcere, in isolamento, e di processi faziosi (l'Alta Corte di Lahore ha confermato a ottobre la condanna a morte del 2010), lei è a pezzi: «Sta molto male, ha febbre alta e forti mal di testa, ha perso la speranza» riferisce Gill. Eppure per il futuro lui è ottimista: «Ci sono buone possibilità che la Corte Suprema annulli la sentenza, i suoi giudici sono meno soggetti alle pressioni dei gruppi radicali locali». Quei gruppi che mobilitano le folle per giustiziare i «blasfemi» prima che le condanne siano eseguite, come accaduto alla coppia di cristiani bruciata viva all'inizio di novembre nel Punjab, che Gill ha assistito. Una ferocia che fa orrore. «La comunità musulmana in Pakistan è la più estremista al mondo. Il Pakistan è la fortezza dell'Islam, è nato in nome dell'Islam dopo la "partizione" dall'India. Basti pensare che YouTube nel Paese è bloccato, per impedire la diffusione di filmati "sconvenienti". E che il 95% dei musulmani è su posizioni estremiste, favorevole alla legge antiblasfemia. Il fanatismo è andato aumentando dopo gli attentati dell'11 settembre». http://27esimaora.corriere.it/articolo/asia-bibi-sta-male-aiutatemi-a-salvarla/
=====================
Asia Bibi sta male e ha perso la speranza dopo la condanna a morte [ geopolitica salafita saudita ottomana: la espansione del Califfato shariah, stto egida Onu 322 Bush satana: il Califfato Nwo Fmi ]. Scritto da: Patrizia Chimera - giovedì 4 dicembre 2014. Sta male e ha perso le speranze Asia Bibi, la donna, mamma di cinque figli, che in Pakistan è stata condannata a morte per presunte bestemmie e che vive in carcere in isolamento dal 2010. 04 dicembre 2014, Asia Bibi, la donna pachistana condannata a morte nel suo paese per presunte bestemmie, sta male. A parlare è l'avvocato Mishtaq Gill, che ha accettato di difendere la donna nonostante abbia più volte ricevuto minacce di morte e la sua vita sia stata in pericolo. L'avvocato di Asia Bibi, un uomo di 33 anni, padre di tre figli e fondatore di una ong Punjab, è nel mirino degli estremisti, proprio per la sua scelta di difendere le persone accusate di blasfemia in Pakistan.
Persone come Asia Bibi, la donna pachistatana cattolica, madre di 5 figli, condannata nel 2010 all'impiccagione. Il suo avvocato, nonostante le minacce ricevute, non vuole spegnere i riflettori sulla sua storia, perché sa quanto il supporto internazionale è importante, per cercare di salvare la vita di questa mamma e quella di tantissime altre persone in Pakistan, tentando di abolire quella legge, utilizzata per perseguitare le minoranze nel paese.
Asia Bibi sta male: dopo 5 anni di isolamento in carcere e di processi inutili, ha perso la speranza e come sottolineato dal suo avvocato, in Italia per un intervento all'Università Cattolica di Piacenza, sta anche molto male. Ma lui, uno dei pochi a lottare in Pakistan contro una legge assurda, è ottimista:
    Ci sono buone possibilità che la Corte Suprema annulli la sentenza, i suoi giudici sono meno soggetti alle pressioni dei gruppi radicali locali. E noi vogliamo credere nel suo ottimismo: forza Asia, siamo tutte con te!
(p.c.) Asia Bibi, la donna cristiana condannata a morte per bestemmie in Pakistan
Asia Bibi, la donna cristiana accusata in Pakistan di aver bestemmiato, ha ricevuto dal tribunale di Lahore una condanna a morte. E il mondo si mobilita nuovamente per lei.
Asia Bibi è stata condannata a morte l'Alta Corte di Lahore, il 16 ottobre 2014, ha confermato la sentenza di primo grado del 2010. La donna cristiana, arrestata nel giugno del 2009 con l'accusa di essere una bestemmiatrice, subirà la condanna peggiore, la condanna a morte.
A nulla sono valse le ragioni della difesa, dal momento che, come sottolineato da Naeem Shakir, anche lui cristiano, il giudice Anwar ul Haq ha ritenuto credibili le accuse mosse contro Asia Bibi da due sorelle musulmane, che hanno rilasciato una testimonianza sulle blasfemia commessa dalla donna.
    Sono quelle con cui Asia aveva avuto l'alterco e da cui è nato il caso. La giustizia è sempre in mano agli estremisti.
Il caso risale al 14 giugno del 2009, quando la donna aveva offerta dell'acqua raccolta in un pozzo a due donne che l'avevano aiutata: le due donne l'avevano accusata di aver inquinato la fonte, perché cristiana e quindi infedele, e l'avevano denunciata per insulti al profeta Maometto. 5 giorni dopo è stata formalizzata l'accusa e la donna è stata arrestata.
Da quanto è stata arrestata, Asia Bibi ha avuto il sostegno della comunità internazionale: dopo la prima condanna a morte erano state raccolte 400mila firme per la sua liberazione e anche papa Benedetto XVI aveva lanciato un appello perché venisse annullata la condanna a morte.
Dopo la conferma della sentenza di primo grado, Amnesty International ha parlato di una grave ingiustizia, mentre il marito della donna, madre di 5 figli che ha sempre respinto le accuse, ha già chiesto agli avvocati di fare appello alla Corte Suprema, l'ultimo grado di giudizio.
La storia ricorda tristemente quella di Amina, la giovane donna condannata a morte in Nigeria per adulterio, dove la pena è la lapidazione. La condanna aveva provocato la reazione dei media di tutto il mondo: una campagna di sensibilizzazione che portò all'assoluzione della donna il 25 settembre 2003.
Speriamo che per Asia Bibi il finale sia lo stesso: non facciamo calare il silenzio su storie come queste. Anche perché chissà quante ce ne sono al mondo e quante poche emergono e vengono portate all'attenzione internazionale.
http://www.pinkblog.it/post/244480/asia-bibi-condannata-a-morte-pakistan
===========================
geopolitica salafita saudita ottomana: la espansione del Califfato shariah, sotto egida Onu 322 Bush satana: il Califfato Nwo Fmi ].
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/africa/2014/12/03/nigeria-attacco-boko-haram-150-i-morti_ad1b5153-e464-4a63-95c9-5a409f1ab293.html
Attacco di Boko Haram in Nigeria, 150 morti, Si aggrava bilancio della strage di Damaturu. Oltre 150 persone sono state uccise nell'attacco di lunedì scorso alla città di Damaturu, nel nord-est della Nigeria, attribuito ai jihadisti di Boko Haram. Lo riferiscono fonti mediche e di polizia in base a un bilancio aggiornato dell'ennesima strage. Tra le vittime si contano anche sei soldati e almeno 38 poliziotti.
Tra i 115 cadaveri portati all'obitorio subito dopo l'attacco, c'erano anche i corpi di due medici, di un dipendente del Politecnico federale dello Stato di Yobe, di cui Damaturu è capitale, e dei suoi due bambini. Secondo fonti mediche ci sono stati morti anche tra gli aggressori. Secondo il responsabile dei soccorsi, nell'attacco sono rimaste inoltre ferite 78 persone e, di queste, 53 hanno lasciato l'ospedale dopo essere state medicate. Alcuni miliziani che combattono contro i Boko Haram hanno riferito che negli scontri di lunedì sono stati uccisi "oltre 40 terroristi".
================
geopolitica salafita saudita ottomana: la espansione del Califfato shariah, sotto egida Onu 322 Bush satana: il Califfato Nwo Fmi ]. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/12/04/scontri-in-cecenia-poliziotti-uccisi_de30de2b-9557-44dc-81c9-2123902ab87e.html
Scontri in Cecenia, poliziotti uccisi. Secondo le autorità russe attaccata sede giornali locali Grozny. MOSCA, 4 DIC - Diversi poliziotti sono rimasti uccisi in scontri con alcuni ribelli che hanno attaccato una postazione di transito e poi hanno preso d'assalto un edificio che ospita media locali a Grozny, capitale della Cecenia. Lo hanno annunciato le autorità. "Ci sono delle perdite tra il personale", ha annunciato senza ulteriori precisazioni il Comitato nazionale anti-terrorismo, in una dichiarazione diffusa dalle agenzie di stampa russe.
====================
geopolitica salafita saudita ottomana: la espansione del Califfato shariah, sotto egida Onu 322 Bush satana: il Califfato Nwo Fmi ].    http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/12/04/cecenia-dieci-i-poliziotti-uccisi_07da7aa5-298c-4258-8e82-d20129799733.html
Cecenia, dieci i poliziotti uccisi,     E forse 20 quelli feriti. Ribelli islamici rivendicano attacco. 04 dicembre 2014. MOSCA,Sono dieci gli uomini delle forze dell'ordine morti e forse 20 quelli rimasti feriti negli scontri a fuoco con guerriglieri ceceni entrati a Grozny dopo aver attaccato un posto di polizia. Lo riferisce una fonte dei servizi di sicurezza del Caucaso del nord.
    I guerriglieri del movimento islamista "Emirato del Caucaso" hanno rivendicato nella notte gli attacchi nella capitale della Cecenia in cui, secondo fonti ufficiali cecene, sono rimasti uccisi anche sette guerriglieri.
===========
John Kerry è un sacerdote di satana: ed è un massone complottista 322 Bush Nwo, e oltre ad essere un bugiardo è, soprattutto: un GRANDE assassino internazionale! CHI SEGUE Kerry, HA CANDANNATO IL GENERE UMANO ALLA GUERRA MONDIALE! i satanisti GENDER massoni usurocrazia: ROTHSCHILD, MERKEL, BILDENBERG, MESS TROIKA, I TRADITORI: CHE HANNO RUBATO LA NOSTRA: SOVRANITà MONETARIA! sono disperati: sono pieni di soldi, che, non possono più spendere, se, non realizzano, in tempi brevi, la guerra mondiale! IL DILEMMA LO DISSE LO SCIENZIATO GIACINTO AURITI: " O SI DISTRUGGONO I DEBITI, OPPURE: SI DISTRUGGONO I POPOLI! " MA, COME LORO POSSONO ANDARE IN GUERRA, A DISTRUGGERE I POPOLI, SE, UNIUS REI è UN IMMORTALE: CHE DISTRUGGERà LORO? IO HO GIà STABILITO I MIEI ORDINI, CHE, DEVONO ESSERE ESEGUITI, PERò SE I CANNIBALI CAMBIANO IDEA, E VOGLIONO DILANIARE LA LEGA ARABA SHARIAH? IO NON MI OPPORRò!! ] Putin, Ucraina é solo alibi per sanzioni. "Reazione isterica di Usa e alleati, vorrebbero Russia vassalla"    Russia non si isoli da sé " Gli Usa non cercano il confronto", BASILEA, 04 dicembre 2014. BASILEA,"Gli Stati Uniti ed i Paesi che appoggiano i diritti e la sovranità dell'Ucraina non vogliono il confronto. Non è nostro desiderio vedere la Russia isolata dalle sue stesse azioni". Lo ha detto oggi il segretario di Stato statunitense John Kerry intervenendo alla ministeriale dell'Osce a Basilea (Svizzera). http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/12/04/kerry-russia-non-si-isoli-da-se_3c6e9be3-feb0-4637-bee4-5c600b3de52c.html
  
i satanisti GENDER massoni usurocrazia: ROTHSCHILD, MERKEL, BILDENBERG, MESS TROIKA, I TRADITORI: CHE HANNO RUBATO LA NOSTRA: SOVRANITà MONETARIA! sono disperati: sono pieni di soldi, che, non possono più spendere, se, non realizzano, in tempi brevi, la guerra mondiale! IL DILEMMA LO DISSE LO SCIENZIATO GIACINTO AURITI: " O SI DISTRUGGONO I DEBITI, OPPURE: SI DISTRUGGONO I POPOLI! " MA, COME LORO POSSONO ANDARE IN GUERRA, A DISTRUGGERE I POPOLI, SE, UNIUS REI è UN IMMORTALE: CHE DISTRUGGERà LORO? IO HO GIà STABILITO I MIEI ORDINI, CHE, DEVONO ESSERE ESEGUITI, PERò SE I CANNIBALI CAMBIANO IDEA, E VOGLIONO DILANIARE LA LEGA ARABA SHARIAH? IO NON MI OPPORRò!! ] Putin, Ucraina é solo alibi per sanzioni. "Reazione isterica di Usa e alleati, vorrebbero Russia vassalla"  http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/12/04/putin-ucraina-e-solo-alibi-per-sanzioni_e2a321cf-7171-44ef-b90e-0e33622e5cfa.html Putin, Ucraina é solo alibi per sanzioni. "Reazione isterica di Usa e alleati, vorrebbero Russia vassalla"
04 dicembre 2014. Vladimir Putin. MOSCA, "Le sanzioni non sono state che una reazione nervosa degli Usa o dei loro alleati" al comportamento della Russia agli eventi ucraini: lo ha detto Vladimir Putin nel suo discorso alla nazione. Ma "sono sicuro che se tutto questo non fosse successo, avrebbero inventato qualche altro motivo per frenare le crescenti possibilità della Russia e per influenzarla, o meglio per provare a usarla a proprio vantaggio", ha aggiunto il presidente russo. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/12/04/putin-ucraina-e-solo-alibi-per-sanzioni_e2a321cf-7171-44ef-b90e-0e33622e5cfa.html
==================
Nina Antakolskaja, 3 dicembre 2014, Messaggio del Presidente della Federazione Russa all'Assemblea Federale: aspettative degli esperti.
Giovedì, 4 dicembre, il Presidente della Russia Vladimir Putin interverrà con un messaggio all'Assemblea Federale che rappresenta un documento politico-giuridico programmato in cui il Capo dello Stato espone la sua visione delle direzioni strategiche dello sviluppo della Russia a breve termine. A quanto pare quest'anno vi si parlerà di ristrutturazione dell'economia russa nel senso della difesa della sovranità nazionale. Quello attuale è il 21-mo messaggio del Presidente nella storia della Russia contemporanea. I deputati della Duma e i senatori del Consiglio della Federazione, i membri del Governo, i componenti della Corte Costituzionale e della Corte Suprema, il Procuratore Generale, il Capo del Comitato per le Indagini presso l'Ufficio della Procura, i presidenti del Comitato Centrale Elettorale e della Corte dei Conti, nonché i membri del Consiglio di Stato e i leader di tutte le principali confessioni religiose sono stati invitati all'incontro in programma il 4 dicembre al Cremlino. Questa volta il messaggio è atteso con particolare impazienza. Nell'anno trascorso si sono verificati dei cambiamenti sostanziali nei rapporti internazionali, è cambiata la situazione economica. Gli accenti che saranno posti dal Presidente, aiuteranno i rappresentanti dei vari rami del potere politico a costruire l'ulteriore lavoro nell'alveo delle priorità statali,- ritiene Andrey Klimov, vice Presidente del Comitato Affari Esteri presso il Consiglio della Federazione della Russia:
Penso che ora sia necessario specificare le nostre relazioni con i partner dell'Unione Europea e gli USA. Con i paesi del BRICS tutto è più o meno chiaro, ma l'importanza di questo dialogo va sottolineata in modo particolare. Nel 2015 la Russia avrà la presidenza del BRICS il che offre l'occasione di concentrarsi ulteriormente sulla versione russa del programma di cooperazione nell'ambito del BRICS. Nel 2015 la Russia ospiterà un vertice dell'Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai. Anzi, a partire dal 1 Gennaio 2015 inizierà a funzionare l'Unione Economia Eurasiatica. È importante che ai nostri partner sia chiaro quali sono i compiti e le prospettive di questa struttura. Va sottolineato che è un sistema aperto, non puntato contro chicchessia. Al contrario, è destinato a garantire una maggiore stabilità in tutta l'area eurasiatica.
Pur essendo indirizzato innanzitutto al pubblico interno, il messaggio del Presidente desta vivo interesse anche dei mass-media, politici ed esperti stranieri. Sarebbe utile avvalersene, - è sicuro Alexandr Babakov, presidente della Commissione della Duma per la garanzia giuridica dello sviluppo del complesso difensivo-industriale della Federazione Russa:
Attualmente l'Occidente ha scatenato una guerra informativa contro la Russia. Si usano informazioni non veritiere sugli avvenimenti in Ucraina ed intorno ad essa. In questo senso sarà estremamente importante spiegare ancora una volta la posizione della Russia sul conflitto.
Le tendenze oggettive nell'economia mondiale e le modifiche economico-sociali all'interno della Russia stanno imponendo la necessità di cambiamenti. Come li vede il Capo dello Stato? Dice Evgheny Tarlo, del Comitato del Consiglio della Federazione per la politica economica:
Dobbiamo sviluppare la produzione nazionale. Sono certo che ne parlerà anche il Presidente. Dobbiamo diversificare i mercato di sbocco dei nostri prodotti. Dobbiamo non solo contare sulla vendita di materiali energetici verso l'Europa che ci sta ricattando avvalendosi della situazione creatasi, dobbiamo vendere sia materiali energetici che prodotti metalmeccanici ed agricoli a molti paesi. Possiamo trafficare con tutto il mondo, non dobbiamo assolutamente contare solo su coloro che stanno tentando di privarci di sovranità e del diritto di voto.
La trasmissione del messaggio del Presidente russo all'Assemblea Federale inizierà a mezzogiorno del 4 dicembre, ora di Mosca.
http://italian.ruvr.ru/2014_12_03/Messaggio-del-Presidente-della-Federazione-Russa-all-Assemblea-Federale-aspettative-degli-esperti-7772/
"Per la Russia, la Crimea, l'antica Korsun, Cherson, Sebastopoli hanno una grande significato sacro e di civiltà come il Monte del Tempio a Gerusalemme per coloro che professano l'islam e il giudaismo. Per noi sarà sempre cosi, da oggi in poi", ha detto il Presidente Vladimir Putin, rivolgendosi con un messaggio all'Assemblea Federale della Russia.
Putin ha sottolineato che "se per alcuni Paesi europei la sovranità e l'orgoglio nazionale sono concetti dimenticati e di lusso, per la Russia sono condizioni assolutamente necessarie".
http://italian.ruvr.ru/news/2014_12_04/Putin-la-Crimea-per-la-Russia-ha-un-significato-sacro-6820/
La Russia rispetta l'Ucraina, il suo popolo fraterno, la sua sovranità ed è pronta in qualsiasi momento ad aiutarla, ha dichiarato oggi durante il suo discorso annuale all'Assemblea federale, il Presidente russo Vladimir Putin.
Allo stesso tempo, la Russia non può non condannare il colpo di Stato che ha avuto luogo in Ucraina e ha provocato la tragedia sanguinosa nel sud-est del Paese, ha detto il Presidente.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_12_04/La-Russia-e-sempre-pronta-a-sostenere-il-popolo-ucraino-6780/
Gli Stati Uniti insieme con l'Unione Europea continueranno a fare pressione sulla Russia, nonostante il fatto che questo abbia un effetto negativo sull'economia europea.
Questa dichiarazione è stata fatta dal Presidente americano Barack Obama. Tuttavia, non è ottimista circa le prospettive di un ulteriore sviluppo delle relazioni russo-americane. Secondo lui, finché le conseguenze negative delle sanzioni non inizieranno a muoversi dalla sfera economica alla sfera politica della Russia, le probabilità di cambiare il corso del Paese saranno piccole.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_12_04/Obama-Stati-Uniti-e-Unione-Europea-continueranno-a-fare-pressione-su-Mosca-2651/
Nessuno riuscirà raggiungere una superiorità militare sulla Russia, ha detto riferendosi all'Assemblea Federale il Presidente Vladimir Putin.
Ha evidenziato che "la Russia ha le capacità e può applicare soluzioni non standard per la difesa del Paese".
Putin ha detto che la Russia non intende essere coinvolta nella corsa agli armamenti, ma la difesa del Paese sarà garantita.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_12_04/Putin-non-e-possibile-avere-la-superiorita-militare-sulla-Russia-6855/
Le sanzioni contro la Russia non sono solo una reazione nervosa degli Stati Uniti e dei suoi alleati e non sono legate alla posizione della Federazione russa sul colpo di stato in Ucraina o alla "primavera della Crimea". Potrebbe essere qualsiasi altro motivo che freni l'influenza della Russia, ha dichiarato il Presidente Vladimir Putin giovedì durante il discorso annuale all'Assemblea Federale.
Secondo il leader russo, la politica di contenimento non è stata inventata "ieri", essa viene attuata nei confronti della Russia da molti anni, da decenni, se non da secoli. "Ogni qualvolta qualcuno ritiene che la Russia stia diventando troppo forte e indipendente, vengono subito attivati tutti questi strumenti. Tuttavia, è inutile parlare alla Russia da una posizione di forza", ha avvertito Putin.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_12_04/Putin-le-sanzioni-non-sono-legate-alla-Crimea-6931/
La Russia sarà aperta al mondo, agli investimenti esteri e ai progetti comuni, ha detto il Presidente russo Vladimir Putin.
Ha evidenziato che la Russia non ha intenzione di interrompere le relazioni con l'Europa e gli USA e allo stesso tempo continuerà a collaborare con l'Africa e il Medio Oriente.
"Noi stessi non prendiamo mai la strada dell'auto-isolamento, della xenofobia, del sospetto, della ricerca dei nemici. Tutto ciò è manifestazioni di debolezza, mentre noi siamo forti e sicuri di noi stessi. Il nostro obiettivo è ottenere alla pari il maggior numero di partner sia in Occidente che in Oriente", ha detto Putin.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_12_04/La-Russia-non-intende-interrompere-i-rapporti-con-lEuropa-e-gli-USA-7025/
Le autorità di 17 Stati americani mercoledì hanno presentato una denuncia contro il governo federale degli Stati Uniti, considerando illegale il decreto firmato dal Presidente Barack Obama sulla presenza di migranti clandestini nel Paese.
I governi degli Stati sostengono che Obama abbia violato la Costituzione degli USA e richiedono che il tribunale blocchi il suo decreto. I querelanti temono che la decisione sull'"amnistia" aggraverà la crisi umanitaria nel sud degli Stati Uniti.
Alla fine di novembre Obama aggirando il Congresso degli Stati Uniti ha firmato un decreto che legalizza il soggiorno nel Paese di oltre 4 milioni di migranti illegali.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_12_04/Le-autorita-di-17-Stati-hanno-denunciato-Obama-7562/
Parlando dei problemi interni della Russia il Presidente Vladimir Putin nel suo discorso al Parlamento ha esortato a raddoppiare il volume della costruzione di strade nel Paese.
Putin ha detto che le infrastrutture di trasporto sono necessarie per accogliere le nuove industrie nell'ambito dello sviluppo dell'economia russa.
Inoltre, il Presidente ha proposto di amnistiare singolarmente e in pieno volume i capitali che ritornano in Russia. Secondo Putin, la decisione aiuterebbe "a voltare una volta per sempre la pagina dell'offshore nella storia dell'economia russa". Inoltre, il leader russo propone di stabilizzare per quattro anni le aliquote fiscali per le imprese.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_12_04/Putin-ha-rivelato-i-principali-problemi-delleconomia-russa-1741/
    I militari ucraini sulla pagina di Facebook del centro stampa dell'operazione speciale hanno riferito che lunedì e martedì primo e due dicembre nella regione di Donetsk in Ucraina orientale sono stati uccisi 110 miliziani.
Si informa che lunedì 50 filorussi sono stati uccisi nella zona Staromykhailovka, il giorno dopo altri 50 rappresentanti della milizia sono stati uccisi nei pressi del centro abitato di Petrovka. Più tardi sono morti altri 10 sostenitori armati dell'indipendenza del Donbass.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_12_04/Ucraina-nel-Donbass-in-due-giorni-sono-stati-uccisi-110-miliziani-7367/
==================
03/12/2014. SIRIA - IRAQ - ONU. Conflitto siriano: mancano fondi, interrotto il programma alimentare Onu per rifugiati. I vertici del Wfp hanno bloccato la distribuzione di voucher per l'acquisto di cibo e generi di prima necessità. Nel solo mese di dicembre servirebbero 64 milioni di dollari per far fronte al fabbisogno. Dal programma un gettito complessivo di 800 milioni che serviva ad alimentare le economie dei Paesi che hanno accolto i rifugiati. Damasco (AsiaNews/Agenzie) - Il Programma alimentare mondiale (Wfp) ha interrotto il programma di distribuzione di cibo per 1,6 milioni di rifugiati siriani, in fuga dalla guerra fra l'esercito di Damasco e le milizie ribelli e filo-islamiste, per "mancanza di fondi". L'agenzia delle Nazioni Unite con sede a Roma spiega che il piano di aiuti prevedeva la distribuzione di voucher per l'acquisto di alimenti; i buoni erano destinati ai rifugiati fuggiti in Giordania, Libano, Turchia, Iraq ed Egitto. Senza assistenza, avvertono gli esperti, quest'inverno molte famiglie rischiano di patire la fame. Ertharin Cousin, direttore esecutivo Wfp, conferma la situazione di criticità, sottolineando che per il solo mese di dicembre servirebbero almeno 64 milioni di dollari per rispondere al fabbisogno. Dall'inizio della rivolta contro il presidente siriano Bashar al Assad, nel 2011, oltre 3,2 milioni di persone hanno abbandonato la Siria e altri 7,6 milioni sono sfollati interni. Almeno 200mila le vittime del conflitto, molte delle quali civili.
I voucher distribuiti dall'Onu erano importanti non solo a garantire cibo alla popolazione, ma anche perché servivano ad alimentare le economie delle nazioni ospitanti, con un gettito complessivo sinora di 800 milioni di dollari. Per gli esperti il blocco degli aiuti, in particolare nei campi profughi di Libano e Giordania, potrebbe avere un impatto "devastante", perché rischia di alimentare la tensione nella regione, oltre che l'instabilità e l'insicurezza.
I vertici del Wfp, come già avevano fatto le Nazioni Unite nell'ottobre scorso, lanciano un appello per la raccolta fondi; crisi economia mondiale e tensioni internazionali hanno determinato un calo nelle donazioni, che colpisce agenzie Onu e organizzazioni non governative costrette da tempo a limitare le operazioni.
La fine della distribuzione di aiuti rischia di ripercuotersi soprattutto sui bambini in Libano e Giordania, senza vestiti adeguati per affrontare l'inverno e costretti a sopravvivere all'interno di tende di fortuna, nel fango e condizioni igieniche precarie. Prima del conflitto la Siria vantava un prodotto interno lordo (Pil) superiore alle altre nazioni della zona, fra cui Tunisia e Giordania, e aveva indicatori positivi nei settori della sanità e dell'istruzione. Ma la violenza brutale che ha seguito la rivolta contro il presidente - secondo i critici dittatore - e la repressione dell'esercito di Damasco hanno messo in ginocchio il Paese.
Intanto anche in Iraq continuano attacchi e violenze ad opera dello Stato islamico, attivo anche in Siria nella lotta contro le milizie governative; i militanti jihadisti hanno ucciso almeno 15 guardie di confine irakene, di stanza ad un check-point lungo il confine con la Siria. L'attacco è avvenuto nei pressi della cittadina di Walid.
=================
12/04/2014 SRI LANKA Christian Association calls on Pope Francis to postpone Sri Lanka trip  Police arrest a Malaysian citizen and search for accomplices in Indonesia. Potential victims - especially young women - are chosen in poor and remote villages in the archipelago. Attracted by the prospect of a job in the Middle East, they end up becoming prostitutes. Yesterday the appeal of Pope Francis against human trafficking.
===============
04/12/2014 SRI LANKA
Associazione cristiana: Papa Francesco posticipi il suo viaggio in Sri Lanka
di Melani Manel Perera
Il Christian Solidarity Movement (Csm) scrive alla Santa Sede. "Rischiosa" la vicinanza delle elezioni presidenziali con la visita papale. "Gli organizzatori delle campagne elettorali possono utilizzare il viaggio apostolico come strumento politico".
Colombo (AsiaNews) - Posticipare il viaggio apostolico previsto a gennaio 2015 "per il bene del papa e del popolo dello Sri Lanka". È quanto chiedono a papa Francesco i membri del Christian Solidarity Movement (Csm),...
04/12/2014 GIAPPONE
Giappone verso le elezioni, Shinzo Abe saldo in testa ai sondaggi
Il premier ha sciolto le Camere con due anni di anticipo per ottenere il consenso elettorale necessario per le sue "Abenomics", politiche economiche che fino a ora hanno portato il Paese in recessione tecnica. Analisti concordi: "I dati mostrano l'inconsistenza dell'opposizione, non la forza del primo ministro".     04/12/2014 INDIA
Orissa, sterilizzazioni femminili di massa eseguite con una pompa per biciclette
Il governo ha bloccato i campi in cui avvengono queste operazioni. Almeno 56 donne hanno subito legature delle tube con questo metodo. Il medico responsabile si difende: "Tutti in Orissa fanno come me".
04/12/2014 VATICANO
Papa: i poveri "non possono diventare un'occasione di guadagno"
I volontari cristiani "testimoni di carità, operatori di pace, artefici di giustizia e di solidarietà". "Quanta gente nel mondo fugge dagli orrori della guerra! Quante persone sono perseguitate a motivo della loro fede". I migranti non vanno lasciati "in balia del mare e di bande di trafficanti senza scrupoli". "Tra le cause principali della povertà c'è un sistema economico che saccheggia la natura".     04/12/2014 CINA
Per l'ennesima volta, Pechino annuncia la fine degli espianti di organi dai detenuti
Secondo il direttore della Commissione per la donazione e il trapianto di organi "entro il 2015" la Cina metterà al bando la pratica, da tempo nel mirino della comunità internazionale. Ma i proclami sulla questione vanno avanti da anni, senza mai produrre risultati concreti. Il popolo cinese "non vuole donare organi anche perché non sa che fine faranno. Serve un mercato giusto e trasparente".
04/12/2014 LIBANO
ll Libano piange la scomparsa di Saïd Akl, grande poeta ed esempio di fede cristiana
di Fady Noun
Personalità della politica, della cultura e delle istituzioni hanno affollato la cattedrale di San Giorgio, a Beirut, per l'estremo saluto al grande uomo di lettere e di fede. Il patriarca Raï ha reso omaggio a un uomo che ha sempre cercato la presenza di Dio sul volto di Cristo. Scomparso a 102 anni, egli ha permeato tutto il secolo libanese e arabo del suo genio.     04/12/2014 VATICANO
Papa: i ta
http://www.conflittiestrategie.it/
PHOTO PAGES
https://www.facebook.com/groups/1437401536513010/
FRANCAIS
https://www.facebook.com/groups/soutien.donbass/?fref=ts
http://www.facebook.com/l.php
https://www.facebook.com/groups/soutien.donbass/